Tutto quello che c’è da sapere sui tessuti ignifughi per interni

Nei luoghi pubblici, così come tra le mura domestiche, è importante garantire la massima sicurezza degli ambienti e prevenire i rischi provenienti da possibili principi d’incendio. Come? Scegliendo complementi d’arredo e rivestimenti interni realizzati con tessuti incombustibili o ignifughi.

I tessuti possono essere definiti ignifughi se assicurano un’elevata resistenza al fuoco o se presentano caratteristiche che permettono di ridurre o di ritardare la combustione (in quest’ultimo caso vengono anche chiamati fuocoritardanti). Ci sono infatti tessuti completamente ignifughi, che non bruciano se esposti direttamente alle fiamme, e tessuti parzialmente ignifughi, che prendono fuoco solo quando la temperatura supera soglie molto elevate, di fatto impedendo e rallentando il divampare dell’incendio.

In base alle loro caratteristiche specifiche possono essere poi suddivisi in:

  • tessuti di per sé ignifughi, cioè naturalmente resistenti al fuoco grazie alla loro composizione e struttura chimica (pelle vera, lana)
  • tessuti infiammabili sottoposti a processi di ignifugazione, quindi con l’aggiunta di sostanze specifiche (ad esempio solfato di ammonio o sodio borato) che schermano il tessuto dalle fiamme o ne ritardano la combustione. In questo caso i tessuti possono perdere le loro proprietà ignifughe dopo un certo periodo di tempo.

Classi di reazione al fuoco

In base al loro grado di partecipazione alla combustione i tessuti possono essere assegnati a classi di reazione che vanno da 0 a 5 (dove maggiore è la classe, maggiore è la facilità di sviluppo delle fiamme). I materiali incombustibili sono contraddistinti dalla classe 0, mentre i tessuti combustibili non infiammabili appartengono alla classe 1. I prodotti imbottiti, come poltrone o divani, sono invece catalogati con classi di reazione 1IM, 2IM, 3IM, all’aumentare del loro grado di infiammabilità. Va però specificato che la classe di reazione al fuoco non è relativa ai materiali in sé quanto al loro impiego e utilizzo effettivi: uno stesso tessuto usato come tendaggio oppure come rivestimento parete può rientrare in classi diverse.

Perché scegliere tessuti ignifughi?

Scegliere tessuti ignifughi è di fondamentale importanza nei locali aperti al pubblico (ad esempio ristoranti, cinema, palestre, scuole) e nelle strutture ricettive per garantire maggiore sicurezza nel caso di propagazione di incendi, come forma di prevenzione e di limitazione di possibili danni. In queste strutture l’uso di tessuti resistenti al fuoco è obbligatorio per legge e si applica a tendaggi, rivestimenti di poltrone, divani e sedie, così come a materassi, lenzuola, coperte e biancheria da bagno. A volte può bastare una piccola distrazione o una dimenticanza per provocare gravi conseguenze, non solo nei luoghi pubblici, ma anche tra le mura di casa. Per questo i tessuti ignifughi vengono utilizzati sempre più spesso anche per l’arredamento delle abitazioni private negli spazi che potrebbero essere maggiormente soggetti a incendi, come la cucina, ma anche camere da letto o salotti nelle vicinanze di stufe o camini.

Scopri tutti i tessuti a prova di fiamma di Eurotessuti!

Il catalogo di Eurotessuti dispone di un’ampia gamma di tessuti ignifughi di altissima qualità, in diversi colori e texture per soddisfare qualsiasi esigenza e sempre disponibili a magazzino. Da sempre attenta all’innovazione e al design Made in Italy, l’azienda propone tessuti con proprietà ignifughe testate in laboratori certificati, per arredare con stile, garantendo la massima sicurezza. Tra i tessuti spalmati trattati per resistere al fuoco puoi trovare:

  • tessuti conformi alla classe 1 di reazione al fuoco, come il tessuto ALBA per tendaggi e drappeggi, disponibile in diverse varianti colore
  • tessuti ignifughi classe 1IM, come l’articolo JAMES in microfibra di poliestere, facile da pulire grazie al trattamento idrorepellente, o il tessuto VIKI, velluto di poliestere perfetto per divani, poltrone, letti e cuscini dallo stile classico o moderno
  • tessuti per rivestimenti murali, come l’articolo ALESSIA, classica microfibra di poliestere, idrorepellente, adatta a diversi utilizzi
  • tessuti California, conformi alla valutazione di infiammabilità dei mobili imbottiti in base alla norma TB117:2013
  • tessuti FTP per uso navale, come il tessuto spalmato STELLA di facile manutenzione
  • tessuti ignifughi BS5852 specifico trattamento per il mercato inglese
  • su richiesta è possibile applicare trattamenti idonei per altre normative